Una storia tra tante

Marina Zanotti, infermiera del progetto “Tiyende Pamodzi” e responsabile di Harambee in Malawi è l’autrice dell’appassionata e commovente lettera che segue:

A te, caro amico, che forse concordi con me nel riconoscere che l’essenziale è invisibile agli occhi, voglio far dono di ciò che anche a me è stato donato…perché non c’è niente di più bello e di più significativo della condivisione.
Un dono ti rende diverso, più ricco.
In questi anni ho ricevuto tanto da parte di tante persone e mi piace l’idea di condividere, per Natale, ciò che mi è stato donato.

Il mio dono per te è qualcosa di invisibile agli occhi, ma di essenziale. E’ quel filo di speranza capace di tenerti in vita anche quando tutto sembra parlarti di morte, capace di farti sorridere pur camminando sul sentiero della fatica, capace di farti scorgere uno spiraglio di luce laddove regna il buio.
Questo filo di speranza ha nomi, volti e storie differenti; fra le tante ne ho scelta una: Leggi la storia

I commenti sono chiusi.