Harambee sulle strade del mondo

Affascinante l’avventura umana di Harambee che vuol far camminare tutti noi sulla strade del mondo.
    Ci vuol far percorrere l’Africa, l’Asia e l’America Latina, mano nella mano, stretti nella solidarietà, per incontrare culture, persone, situazioni, mercati dai sapori e dai colori più disparati.
 fulgenzio.jpg   E’ la strada che ci spinge ad elevare lo sguardo dalla terra e ci fa camminare incontro all’Altro che viene. E’ la strada che ci porta negli angoli più segreti del mondo.
    La strada indica libertà e dinamismo, movimento e cambiamento. Prendere una strada o l’altra significa compiere una scelta, orientarsi in una direzione, decidere.
    Il bivio esprime possibilità di divaricazione, delle strade che si dividono, delle scelte diverse e contrapposte.
    Nella vita ognuna va… Per la sua strada… L’importante è trovare … La propria strada.
    C’è poi il crocevia… E oggi la strada che dobbiamo percorrere sembra essere un crocevia. Le antiche “strade maestre” si sono dissolte o le abbiamo smarrite.
    Le autostrade e le superstrade che servono per viaggiare in automobile non valgono sul piano esistenziale.
    La strada è anche rischio, avventura, viaggio verso l’ignoto, speranza.
    Riscoprire il valore educativo della strada significa essere disposti a passare ad una concezione dinamica della vita, basata sulla ricerca continua, sulla consapevolezza di non avere verità assolute, sul gusto dell’incontro con l’altro, sulla scoperta gioiosa del nomadismo esistenziale.
    La strada: non un momentaneo cambiamento di mentalità, ma puntare ad una mentalità di cambiamento.
    La strada: tema immenso. Ricorda il viaggio nella mitologia e il traffico nelle città; i ragazzi di strada del Brasile e i nomadi, gli zingari e la consapevolezza che ebrei, cristiani e islamici sono “figli dell’ebreo errante”.
    Oggi la strada è diventata luogo della competitività e dell’aggressività. Sembra quasi che ognuno si metta per strada per misurare la propria capacità di “sorpassare”gli altri. Siamo tutti sulla strada senza una etica della strada.
    Il risultato è che ben pochi rispettano il “codice della strada”. Sembra regnare la legge della giungla: mescolanza di violenza, competizione, furbizia ed esibizionismo.
    C’è il “cammino” di conversione ed elevazione di Santiago e la strada “biblica”.
    La strada di Abramo: esodo dall’Egitto verso al terra promessa.
    Dio cammina con l’uomo e l’uomo cammina con Dio.
    Le due strade: la via dei giusti e la via degli empi. E Gesù ha detto: “io sono la via”.
    Ecco Harambee da anni ormai vuole mostrare alcune “strade” per poter insieme compiere un viaggio verso la speranza.
    Sostegni a Distanza in Africa ed in America latina e prodotti genuini di Cooperative del Sud del Mondo sono le “vie” che Harambee indica per un migliore cammino verso i fratelli di tutto il mondo.
    Amici, buon viaggio..

                                Padre Fulgenzio Cortesi

I commenti sono chiusi.